+
La morte di Diego Maradona ha distrutto Corrado Ferlaino, il presidente che portò El Pibe a Napoli nel 1984 pagando 13 miliardi di lire al Barcellona. Ha pianto Ferlaino, che a Gazzetta.it racconta: "Sono distrutto, mi dispiace molto. Maradona ha dato molto al Napoli, anche a me da un certo punto di vista. Non ho parole, non saprei cosa dire. Sono andato a trovarlo in Argentina quando stava male, è stato male parecchie volte ma ha sempre superato le crisi. E' una cosa arrivata improvvisamente. I giornali dicevano che stava meglio. Io sono napoletano e come tutti i napoletani siamo molto emozionati, piangiamo, perché è stato molto per Napoli e per il Napoli. Maradona è stato un fuoriclasse, un genio, e ai geni non si può chiedere anche di essere uomini comuni. Maradona non era un uomo comune, perché non era un giocatore comune. Aveva grandi responsabilità e forse non è riuscito a portarle avanti, le ha subite. A Napoli ha dato due scudetti. (...) Per noi non era solo un giocatore di calcio, ha rappresentato lo spirito di Napoli. Non voglio parlare di altro che di questo. È stato lo spirito di Napoli per anni".