+
commenta
Fare la differenza a 20 anni non è per tutti. Jens Petter Hauge ha numeri importanti, un classe '99 per presente e futuro da tenere d'occhio perché il Bodo Glimt - prossima avversaria del Milan in Europa League - promette veramente benissimo. Esterno offensivo di passo e qualità, vede la porta come pochi al punto che i paragoni nella sua Norvegia si sprecano. Il Milan se lo ritroverà di fronte dopo il gol segnato nel turno precedente dei preliminari in Europa, ma presto potrebbe attenderlo un club più importante del pur ambizioso Bodo Glimt.

Lo segue da vicino l'Atalanta che ha sempre fiuto per i talenti, un'ala sinistra di piede destro che con quel piede invertito punisce eccome: 2 gol in 2 gare di qualificazione all'Europa League con tanto di assist, ma anche 13 reti e 8 assist nelle ultime 16 presenze nello scorso campionato norvegese. Hauge è talentuoso, rapido, fisico (alto 1,84) ma anche veloce: l'Udinese lo ha chiesto ma le cifre sono già importanti, non a caso dalla Premier League si è attivato più di un club col Leeds in prima fila. Segnatevi il suo nome, Hauge alla voce 'esterni del futuro' si prende un posto eccome.