ESports e calcio virtuale, un movimento che cresce e che vede l'Italia sempre più protagonista: non solo i nostri Daniele 'IcePrinsipe' Paolucci e Mattia 'Lonewolf92' Guarracino, sono tanti i pro gamer che si stanno facendo strada su FIFA18. 'La cantera di CM' è dedicata proprio a loro: una rubrica per scoprire e seguire i player che si mettono in evidenza e lottano per qualificarsi alle prossime finali mondiali.

Raggiungere la perfezione, diventare invincibili: si può, chiedere a un quasi 25enne di Arcore per conferma. Giancarlo Casati, in arte 'Gianky09', si è preso le luci della ribalta con una FUT Weekend League mostruosa, 40 vittorie su 40 incontri che lo proiettano di diritto nella Top50 mondiale su piattaforma PS4. Come si arriva a risultati del genere, dividendosi tra lavoro virtuale e vita reale? Lo abbiamo chiesto proprio a Gianky09.


Da semplice hobby a vero e proprio lavoro: come è iniziata l'avventura su FIFA e quando la cosa è diventata 'seria'?

"Ho iniziato seriamente a inizio 2016 disputando eventi live in giro per Milano, arrivando sempre in fondo e vincendone alcuni mi sono fatto conoscere. Sicuramente da quest'anno l'impegno si è fatto più serio.  Anche se ho preso sempre seriamente questo gioco da quando sono ragazzo. Amo il calcio e vivo di passione cercando sempre di migliorarmi".

Arriviamo all'ultima Weekend League: 40 su 40, uno score che pochi al mondo riescono a ottenere. 

"È un risultato che mi inorgoglisce molto, cercato e ricercato più volte quest'anno.
Per esempio, in una Weekend League di dicembre dopo 39 vittorie persi la 40esima... La vittoria più difficile? Sicuramente ci sono state partite dove ho sofferto, sarebbe impossibile giocare o fare un risultato del genere stando belli rilassati sulla sedia. La quinta partita devo dire che è stata molto rocambolesca, vinta 4-3 all'ultimo respiro, dopo una bella rimonta dall' 1-3. Merito del solito Cristiano Ronaldo!".


Il nome comincia già a circolare nell'ambiente, ma a volte può essere un problema.

"Una volta ho incontrato un italiano che mi ha riconosciuto e ha quittato sull'1-0 dopo il primo minuto augurandomi buona fortuna. Non mi piace vincere così, anche se l'ho ringraziato ovviamente".

Il 40 su 40 proietta in alto in classifica: 47esimo in classifica mondiale su PS4, la qualificazione all'appuntamento di aprile con le Global Series è più vicina (si qualificano i primi 64 in classifica alla fine di febbraio, ndr).

"Per me sarebbe un sogno, ce la metterò tutta nelle prossime Weekend League. Previsioni? Meglio non sbilanciarsi (ride, ndr)". In palio per i primi 8 classificati dell'evento l'accesso diretto alle finali mondiali di agosto.

Come si vive la competizione con altri pro player italiani? Tra questi c'è anche Daniele Paolucci...

"È molto alto il livello in Italia, ci sono tanti ottimi giocatori. Tra questi c'è IcePrinsipe, che tutti conosciamo, con il quale ho avuto il piacere di allenarmi in svariate occasioni. Siamo entrati in contatto "ufficialmente" a novembre, abbiamo cominciato a giocare assieme e ci siamo trovati subito, è lui che mi ha avvicinato ai Mkers. E' un ragazzo molto alla mano, oltre che compagno di squadra lo considero un amico. Ci scambiamo pareri o consigli
? Certo, ma abbiamo parlato anche di altro. Per esempio, lo sto seguendo nel suo percorso in palestra, essendo io un personal trainer. Gli ho messo tutti gli esercizi sbagliati ma non diteglielo (ride, ndr)".

Dal calcio virtuale a quello reale, c'è una squadra nel cuore?

"L'Inter, da sempre".

Il calciatore preferito?

"Roberto Baggio. Mi ricordo che fino all'età di 11/12 anni tenevo il codino apposta perché durante le partite di calcio volevo assomigliare a lui, in tutto e per tutto. Per esempio, se Baggio quell'anno giocava con le scarpe bianche, io giocavo con le scarpe bianche!".

Su FIFA18 però la storia è diversa...

"Scusa Baggio, ma online scelgo Cristiano Ronaldo. È dai tempi di FIFA08, quando ancora giocava per il Manchester United: lì è scoppiato l'amore. Non solo CR7 però, un altro giocatore importantissimo è Modric del Real Madrid: da un paio di anni è insostituibile nella mia squadra di Ultimate Team!".