Rapporti ottimi, prima di tutto. Mino Raiola e la Juventus mantengono buonissime relazioni da anni, non è un mistero, l'ultimo affare in ordine di tempo ha concesso ai bianconeri di portare a Torino il baby Leandro Fernandes dal PSV Eindhoven. Ma spuntano continuamente accostamenti legati agli assistiti di Raiola per la Juve che verrà, dal prossimo giugno: da Mario Balotelli a Jack Bonaventura, passando per quel Paul Pogba che certamente non tornerà in bianconero in estate. Cosa sta davvero succedendo?

PRIORITA' KEAN - Andiamo con ordine: la Juventus per Balotelli non ha avuto alcun contatto, né ha intenzione di sondare concretamente Mario perché in attacco ha altre priorità. Insomma, al di là dei continui rumors dall'estero non c'è nessuna chance di vederlo in bianconero, Marotta e Paratici hanno le idee chiare.
E Raiola stesso lo sa perfettamente. La pista legata a Jack Bonaventura invece nasce dal gradimento di Allegri per il centrocampista, è un suo estimatore da tempo ma il Milan non ha intenzione di privarsene, né la Juventus ha avviato alcuna trattativa per Bonaventura di recente. Con Raiola si è discusso nuovamente del destino di Moise Kean: l'agente vuole essere sicuro del percorso per l'attaccante classe 2000 che sta facendo bene a Verona, la Juve dovrà decidere se tenerlo con sé o studiare un nuovo prestito, visto che fin qui tutte le offerte per una cessione a titolo definitivo (con conseguente plusvalenza) sono state rifiutate. Questa è la priorità di Mino e della Juventus, un talento puro cui i bianconeri vogliono dare massima attenzione dopo il primo contratto da professionista firmato nella scorsa estate: Balotelli, Jack e Pogba non sono nel mirino.