Lautaro Martinez torna a parlare. Intervistato da As Argentina, l'attaccante del Racing de Avellaneda e promesso sposo dell'Inter ha dichiarato: "Giocare in Europa è mio un obiettivo, sarebbe qualcosa di bello per crescere a continuare ad imparare. Quando avevo offerte, volevo rimanere per continuare ad imparare. Ho mantenuto ciò che ho promesso, ho rinnovato il mio contratto e voglio vincere la Copa Libertadores, poi vedremo. Mi piacciono il campionato spagnolo e quello italiano, so che mi inserirei bene lì, mi piacciono molto. Ho parlato con Simeone, mi ha detto dell'interesse nei miei confronti e mi ha spiegato il significato del club. Ho visto che c'era interesse, ma ho deciso di rimanere al Racing per continuare a migliorare". 

DA MESSI A HIGUAIN - "Il Mondiale? Non voglio mentire, ci spero. Tutti me lo dicono e sto aspettando la chiamata di Sampaoli. Ma io lavoro principalmente per vincere le partite con la mia squadra, poi spetterà al ct prendere una decisione. Ho parlato con lui quando sono stato infortunato, abbiamo visto video delle mie partite e abbiamo anche parlato di come sono nella vita privata. Lavoro ogni giorno per migliorarmi, cerco di pensare a quello di cui la mia squadra ha bisogno. Se sogno di giocare con Messi? Sì, certo.
Ho detto più volte che se giocassi con Messi, mi stancherei di segnare gol perché lui è il migliore del mondo che regala grandi assist
. Sicuramente mi stancherei di fare gol. Per prima cosa vorrei conoscerlo perché non ci sono mai riuscito. Ringrazio Messi per tutto ciò che rappresenta per il nostro calcio, per gli argentini. Questa è la prima cosa che farei se avessi la possibilità di incontrarlo. Sogno di giocare con lui, ma prima devo continuare a migliorare nel mio club, dare il meglio di me qui e poi sarà la scelta di un allenatore. A chi mi ispiro? A Messi, perché fa tutto bene. Guardo anche Gonzalo Higuain in particolare, adoro il suo modo di giocare e come si muove. E poi guardo il Kun Aguero, che ha una grande potenza. Nel calcio argentino Cvitanich e Nacho Scocco, che hanno grandi movimenti. Imparo da tutti".