Dopo quattro partite consecutive da titolare e capitano ad inizio stagione, il difensore della Sampdoria Vasco Regini ha rivisto il campo soltanto in tre occasioni nel corso del campionato: 90 minuti contro l'Atalanta all'andata, tutta la gara a Benevento e un tempo al Ferraris per sostituire Strinic durante Samp-Spal. Poi il centrale ex Empoli è sparito dai radar di Giampaolo, che non lo ha più utilizzato nelle ultime uscite del Doria.

"Mi sembra normale che si aspettasse di più da questa stagione, adesso è parecchio che non gioca" ha confermato il suo agente Mario Giuffredi a Sampnews24.com. "In ogni caso - ha aggiunto il procuratore - non siamo assolutamente pentiti del rinnovo". Per accettare la proposta della Samp, il giocatore ha rifiutato un corteggiamento piuttosto significativo del Cagliari: "Sia l’estate scorsa che a gennaio c’è stato un forte interessamento, ma Vasco ha voluto rimanere fino alla fine, proprio per far vedere che non era pentito" ha raccontato Giuffredi. "Non voleva mancare di rispetto alla società e abbiamo deciso di rimanere".

Il futuro di Regini a giugno è tutto da scrivere: "In estate si vedrà, è ancora presto per parlarne" afferma l'agente. Ma nonostante il poco utilizzo, non sembrano sussistere problemi tra Regini e mister Giampaolo, che ha grande considerazione di lui: "Vasco è un ragazzo perbene e un professionista, i rapporti con il tecnico sono ottimi" conclude Giuffredi.