"L'Inter mi voleva, ha fatto un'offerta per me...". Suso ha raccontato una verità nascosta, una delle tante dell'ultimo mercato estivo nerazzurro portato avanti tra occasioni e idee. Perché quel contratto ancora da rinnovare tra l'ala spagnola e il Milan faceva gola a tanti: non a caso, l'Inter si è informata proprio durante il cambio di procuratore con passaggio alla scuderia di Alessandro Lucci. Oggi lo avrà da avversario, Suso è un uomo derby; ma quel corteggiamento non è diventato neanche trattativa perché il Milan non ha mai avuto intenzione di cederlo, men che meno all'Inter, né l'ex Liverpool ha aperto alla soluzione nerazzurra. E non si è arrivati neanche allo step di presentare la proposta da 20 milioni.

DALLA JUVE ALLA CLAUSOLA - C'è di più, perché nell'estate di Suso è arrivato anche più di un sondaggio da parte della Juventus. La dirigenza bianconera ha sempre apprezzato l'esterno spagnolo, non ha mai affondato davvero il colpo ma tra le telefonate ricevute per Suso c'è stato anche un contatto esplorativo da parte della Juve. Vecchia storia sì, da vedere se possa tornare di moda più avanti. Perché la clausola rescissoria è realmente presente nel suo nuovo contratto: 40 milioni di euro, così si può portar via Suso al Milan, sempre che il giocatore sia d'accordo. E il Liverpool è una delle squadre interessate, non l'unica; perché conterà anche il parere di Suso, ad oggi felice al Milan e senza fretta di scappare via, tutt'altro. Vuole concentrarsi solo sul finale di stagione, se arriveranno offerte di quel tipo valuterà insieme alla dirigenza rossonera e senza pianificare tradimenti. Insomma, niente Inter nel destino almeno sul mercato. In campo, si vedrà questa notte a San Siro...